+39 334 9387747 parteciparte@gmail.com
Italiano  English Français Facebook

Scene

In questa pagina vi presentiamo delle scene per darvi semplici esempi di teatro forum.
Anche voi potete scrivere qui le vostre scene! Saranno analizzate e commentate per chiarire insieme quali sono le condizioni che permettono di creare un forum e coinvolgere un pubblico.

Violenza sulle donne

Questa scena fu creata a Marsiglia molti anni fa e presentata centinaia di volte nelle scuole nei più diversi quartieri di Marsiglia. Permette di affrontare il tema della violenza maschile sulle donne, sia quella da parte del fratello o del padre, che da parte del coniuge.

C’è anche una scena sul delicato problema dell’incesto. Non si tratta di dire che la vittima avrebbe potuto agire in altro modo, ma si chiede al pubblico cosa si può fare quando si viene a sapere che un’amica/o ne è vittima.

Questa scena si recita ancora spesso a Marsiglia.

Scena 1 La famiglia: padre madre figlia fratello

Il padre: Aho ma non c’è nessuno, non ci credo, torno del lavoro, stanco e nient’è pronto, un casino totale, e mia moglie non c’è! Ma come faccio per sopportare queste cose !!??

Arriva il figlio, butta il giubbotto sul divano accanto al padre e se ne va

Il figlio: ciao papa, vado a fare una chiamata

Il padre: ciao figlio…

Arrivano la mamma e la figlia contentissime ma stanche della giornata con un sacco di spese in mano. La mamma passa davanti alla tv prima di buttarsi nel divano accanto al padre.

La madre: ah finalmente!! sono distrutta

la figlia(Maria): Ciao papa!

Il padre: è una ora per tornare ??

Madre capendo subito che il marito è nervoso : lo so, ma dovevo vestire Maria che non c’ha più niente da mettersi, poi in centro non si vede passare il tempo, in fine c’era il traffico, sai com’è Roma…

Maria va per prendere vestiti nei pacchetti le mostra al babbo mettendo si davanti alla tv : guarda papa è carino no?

Padre aggressivo : ma togli ti di là, stai davanti alla tv, alla mamma è proprio scema ! non sono i vestiti che cambieranno qualcosa…ma è cosi che spendi i miei soldi..?

Maria: ma non ti piace ??!?

Il padre: ma non sembri a niente !! da ti da fare che nient’è pronto simula un gesto violento. Maria si mette al canto cercando di intenerirlo

Il figlio da un’altra stanza : ao mamma, ma dove è la mia maglietta

La mamma: è da stirare…

Il figlio entra in scena : davvero ! non è ancora fatto ??

La madre: e no mi dispiace ! Stavo in centro con la tua sorella, non c’ho avuto il tempo alla figlia Maria potresti stirare la maglietta del tuo fratello ?
La figlia lo prende ma si ritrovano di nuovo davanti alla tv

Il padre: ma vi togliete di là o mi enc…

La madre: se, se, sto sistemando tutto, ho finito

Il fratello fa spostare la sorella : ao ma ti dai da fare o che ?

Maria: oh ma con questo tono la puoi stirare tu la tua maglietta…gliela manda…

Madre passando di nuovo davanti alla tv, alla figlia : dai vieni con me a sistemar la cena…

Il padre: ma non è finito sto casino. Non c’è modo di guardare tranquillamente la tv in questa casa!!!


Scena 2 l’incesto : Ugo, la sua mamma, Maria

Da Ugo, suona il timbro

Ugo: apro la porta mamma…

Maria: torno dalla scuola…stavo a casa…ho visto il mio zio…soffoco, non ce la faccio più…

Ugo: vieni sto facendo la matematica… ma che c’hai…non stai bene… ma c’hai sempre problemi, perche mi parli del tuo zio??

Maria: ogni volta che viene a casa, porta fiori, regali, mostra che è pieno di soldi, mostra sempre tutto… sono oppressa, non respiro più…

Ugo: ma hai visto un medico??

La mamma: Ciao Maria! Chi è che ha bisogno di un medico ??

Ugo: è Maria…

Maria: no, non c’ho niente, tutto apposto…

Ugo : ma due secondi fa stavi male…?

La mamma: stai male? Che c’hai??

Maria: non ho bisogno di un medico, so che c’ho ?

La mamma: bene, allora dici di che si tratta?

Maria: ho visto qualcuno e mi ha ricordato delle cose…

La mamma: ma che…?

Silenzio

Maria: un uomo nudo…

La mamma: hai visto un esibizionista ? l’hai visto anche tu Ugo?

Ugo: no

La mamma: allora bene, guarda non è grave hai 17 anni, sai com’è fatto un uomo nudo, no?

Maria: è il mio zio e mi ha toccato…

La mamma sempre più imbarazzata : sarà stato un incidente, sai all’adolescenza uno aggrava tutto…avrai mal capito…non sei ancora molto compiuta quindi ti immagini delle cose…

Maria: mi ha stuprata e non solo una volta…

Ugo: che stronzo!!!

Mamma: quando era

Maria: Quando avevo 10 anni, e è durato fin’a che ho avuto le mestruazioni…

Mamma: molto tempo fa quindi, dovresti dimenticare…

Ugo: povera…

Maria: non posso dimenticare…

Mamma: ascolta mi Maria, fra poco avrai 18 anni, la maturità, andrai in università, non lo vedrai più il tuo zio. Incontrerai un fidanzato e ti dimenticherai di tutto…

Maria: ma non posso dimenticare, non posso! A volte ho voglia di dirlo a tutt’il mondo, alla polizia, a mia mamma, alla famiglia per darli vergogna

Mamma: ma la vergogna l’avrai tu…la polizia sono uomini come altri al finale…non ti crederanno…poi lo dovrai dimostrare, come farai…??

Maria: ma voi mi credete…?

La mamma: ma si, ma tua madre…hai pensato al mal che gli faresti, è del suo fratello che si sta trattando…no veramente, credi mi fa come ti ho detto e vedrai che fra poco non ci penserai più…

Ugo: vuoi che ti accompagno a casa..?

Maria: si, grazie

Mamma: Ugo, c’hai ancora da lavorare…

Ugo: bene, ti raggiungo dopo…

Maria se ne va

Mamma: Ugo, non voglio che tu vada da Maria…

Ugo: ma ha bisogno di me!!

Mamma: questa storia la metterà in tanti guai si ne parla, e noi anche probabilmente…sta arrivando papa… non parliamo più di questa storia…


Scena 3: i ragazzi

Mario : Ao, ma m’ hai fatto aspettà!

Luca : o scusa che ho aiutato Simona per le spese sai…

Mario: che?? Ma dove stai andando?? Ti sta controllando sta ragazza…

Luca: ma non c’ha la macchina, poi mi piace stare con lei…

Mario: non ci credo, non scherzi?? Ma ti sta comandando sta ragazza !!
Arriva Maria mannaggia l’avevo completamente dimenticato questa…

Maria l’abbraccia lui si stacca violentemente

Mario: smettila, te l’ho già detto, non davanti a gli amici queste coccole. Allora che vuoi ?

Maria: ma avevamo appuntamento…

Mario: noi? Ti sbagli, guarda c’è Luca , stavamo per andarcene

Maria: ma ti assicuro che…

Mario: girati! No ma hai visto come sei vestita, Luca guarda questo culo, cosi in evidenza…

Luca: ma in somma dai…

Mario: Se ti fai stuprare non verrai a lamentarti…bene a domani alle 7 e non mi fare aspettare…

Se ne va Maria, lui la richiama di un gesto

Mario: non hai dimenticato qualcosa? Lei li da un bacino e se ne va

Luca: o ma te rendi conto come la tratti ? finirà per lasciarti…

Mario: beh a me nessuna ragazza mi ha mai lasciato. Io le ragazze, le prendo, le uso e le getto…bene andiamo

Luca: al cine…

Mario: no, prima c’ho un altro piano…abbiamo appuntamento al bar con due ragazze, le ho un po’ scaldate, beviamo una cosa con loro e poi vediamo come va a finire…

Luca: no ma io non c’ho voglia di andar a rimorchiare

Mario: o ma sei diventato frocio ?

Luca: ma che te immagini, non c’entra niente, sono innamorato, basta, non c’ho voglia di andare alle donne.

Mario: dai non fare il timido, andiamo…poi si non funziona cercheremo di scambiarci Maria e Simona…


Scena 4: l’amore. Maria, Gianni

Maria: Buona sera amore

Gianni: buona sera tesoro

Maria: com’è andata, ho pensato a te

Gianni: anche io, e guarda che ho trovato per te

Maria: o mi piace tanto, lingerie di seta che bello. anche io ho qualcosa: spumante per festeggiare una buona notizia

Gianni: sei incinta..?

Maria: non ancora, pero sono promossa, vado a fare una settimana di formazione a Parigi e quando torno sono promossa…quadro!

Gianni: che? Mi vuoi lasciare per una settimana..?

Maria: solo una settimana amore e dopo quando torno guadagnerò molto di più…

Gianni: vuol dire che non guadagno sufficiente per mantenere una famiglia ? non valgo niente, è questo che vuoi dire

Maria: ma che stai inventando…silenzio… faro un lavoro molto più interessante, avrò delle responsabilità, incontrerò un sacco di gente…

Gianni: non sono interessante, è questo che vuoi dire? Non ti basto ? e quando è che ti occuperai di me ? appassionato ti voglio per me solo…

Maria: ma sei mi amore adorato

Gianni: e i nostri progetti, il nostro bambino non è più all’ ordine del giorno…con tutte queste responsabilità non c’avrai più il tempo per questo…

Maria: ma si, faro tutto, mi organizzerò, ho già pensato a tutto…

Gianni comincia a incavolarsi ecco hai già sistemato tutto, hai deciso tutto senza di me, io non conto per niente, non servo a niente, faccio parte dei mobili…

Maria: ma pensavo che te facesse piacere

Gianni: dai non vogliamo metterci in un guaio, non sei felice cosi? Non ti do tutto quello che vuoi? Ti ho pure regalato una lavatrice silenzio
Gianni: dai dimentichiamo questa storia di Parigi e andiamo a provare le mutande che ti ho regalato…lei sospira… dai so che ne hai voglia tanto quanto me… se la porta via


Scena 5: si vogliono bene… Gianni, Maria

Lei sta salutando qualcuno fuori, lui va alla finestra in fretta per vedere di che si tratta

Maria: ma che c’hai?

Gianni: chi è questo tipo

Maria: è un collega di lavoro…

Gianni : e come mai stai cosi a cazzeggiare fuori con lui…

Maria: ma è un amico dei Ciccarelli, l’ho incontrato per caso…

Gianni: per caso… verificherò domani…

Maria: ma che ti immagini…?

Gianni: non mi immagino niente, trovo mia moglie abbracciando un tipo davanti a casa mia!

Maria: dai non ricominciamo !

Gianni: ah Maria, vieni qui, non lo sapevi…ho una sorpresa per te…ho chiesto i dettagli della bolletta telefonica…ora so chi chiami per ore!!

Maria: ho tutte le tue camicie da stirare…

Gianni: 150 euro!! Pensi che è per questo che mi ammazzo al lavoro…per permetterti di far la chiacchierona al telefono??

Si sente un bambino che piange…

Gianni: va a fare tacere il bimbo o me ne occupo… e che gli racconti per tante ore a queste amiche di merda? Parli male di me, eh? Ti lamenti che ti urlo sopra, ma mi obblighi a urlarti sopra…non mi sorprende che stai sempre incasinata, ma io non ce la faccio più con questo casino ! e non mi rispondere senno’ !!!!!!!!! gesto violento fin in statua.

Scriviamo una scena insieme?

Questa pagina è aperta ai vostri commenti e/o ai vostri post. Se volete condividere le vostre per avere un feedback, per chiarire qualche dubbio, siete benvenuti!

 

Se avete commenti o critiche non esitate a postarle o a scriverci a parteciparte@gmail.com

 

Grazie!